Dai 42.000mt ai 3000siepi
La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate, la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso, e il valore non è altro che il senso che sceglierete Sartre, Jean-Paul L'esistenzialismo è un umanismo, Mursia, s.d., p. 104.



martedì 16 novembre 2010

Una mostra fotografica per ricordare Alda Merini

Lo Spazio Oberdan ospita L'anima della luce, esposizione di cinquanta scatti scelti dal fotografo milanese Giuliano Grittini fra quelli realizzati durante la sua collaborazione più che ventennale con Alda Merini. Le immagini ritraggono la poetessa in momenti di intimità domestica e occasioni ufficiali, fornendo una panoramica della vita intensa e travagliata dell'autrice di La presenza di Orfeo e Lettere d'amore al Dottor G. La mostra è arricchita da alcuni pannelli con vari scritti firmati da amici e personaggi del mondo dell'arte e della cultura, da Milva a Vincenzo Mollica.

venerdì 22 ottobre 2010

Perdita di tolleranza causata da agenti chimici tossici una terapia emergente sulla malattia?

Dopo aver letto il libro "Tilt" di Caterina Serra mi sono informata ... e spero di non aver mai a che fare con questa malattia che in italia non è nemmeno riconosciuta ...

lunedì 11 ottobre 2010

sabato 9 ottobre 2010

"Le Alpi in bicicletta" Elizabeth Robins Pennell

Siamo sbarcati a Varenna e abbiamo portato la bicicletta dal fabbro locale che aveva appesa fuori dalla bottega l'insegna del touring club. Ma c'è da pensare che il Club Italiano conceda l'insegna a chiunque la chieda per farne oggetto di decorazione; probabilmente avremmo ottenuto lo stesso risultato se avessimo chiesto al fabbro di parlare americano invece di riparare la ruota.

Commento finale ... 

Dicono che ho abbattuto un primato. Penso proprio di averlo fatto e ne sono orgogliosa.
Ho superato 9 passi, 6 in meno di una settimana. In certi momenti ho faticato come uno scaricatore di porto  ...
ero bruciata dal sole, riarsa dalla polvere, infradiciata dall'acqua. Ogni ascesa aveva il prezzo di interminabili chilometri. Vi chiederete a che pro avevo fatto tutto questo. Nessun Vantaggio! Sono queste le grandi bellezze del viaggio. Ci sono momenti in cui si fatica per la propria vacanza come per il pane quotidiano ... volevo vedere se ero in grado di valicare le Alpi in bicicletta. L'ho fatto e solo colei che va in bici e sa come andarci, e guida un mezzo forte e robusto, e non ha paura della fatica può capire quale piacere si ricava dall'impresa.

venerdì 8 ottobre 2010

...tutti Noi abbiamo il diritto di essere felici e sopratutto di poter scegliere in funzione della nostra felicità...

martedì 5 ottobre 2010

Le incognite del futuro piccole angosce gestibili, edulcorate dalla coscienza che il tempo gioca a proprio favore.
Le sedute in pista, gli esercizi di potenziamento in palestra, decine di migliaia di parole riferite alle strategie tecniche.
Tutto questo separa il giovane atleta dal giorno della gara. E' un tempo di sospensione inaspettatamente confortevole.
Quel sacrificio quotidiano cullato da sogni di vittoria ..
Il mezzofondo veloce è perfezione e controllo. Ripetibilità e riproducibilità.
 "Acido lattico" - Saverio Fattori

La linea sottile

lunedì 4 ottobre 2010

Sì, al di là della gente

Sì, al di là della gente
ti cerco.
Non nel tuo nome, se lo dicono,
non nella tua immagine, se la dipingono.
Al di là, più in là, più oltre.

Al di là di te ti cerco
Non nel tuo specchio e nella tua scrittura,
nella tua anima nemmeno.
Di là, più oltre.

Al di là, ancora, più oltre
di me ti cerco. Non sei
ciò che io sento di te.
Non sei
ciò che mi sta palpitando
con sangue mio nelle vene,
e non è me.
Al di là, più oltre ti cerco.

E per trovarti, cessare
di vivere in te, e in me,
e negli altri.
Vivere ormai di là da tutto,
sull'altra sponda di tutto
- per trovarti -
come fosse morire..
-- Pedro Salinas

La favola del ranocchio trasgressivo ... da SubC. Marcos

"Signor Leone, vengo a lamentarmi perchè sono un ranocchio e invece Io volgio essere un coccodrillo" ...  " Vengo a lamentermi perchè non si può essere quello che si vuole, ma bisogna essere quello che si è per Natura" disse il ranocchio.
"Così stanno le cose" disse il Leone" ogniuno è quello che è, e non può essere altro. L'Unica cosa da fare è essere bene quello che si è" disse il leone con un sibilo filosofico.

giovedì 30 settembre 2010

Non è mai troppo tardi per essere quello che vuoi essere...

"Tagliato dal lato opposto, uno specchio smette di essere specchio e si trasforma in vetro. Gli specchi servono per vedere da questo lato e i vetri per vedere che cosa cosa c'è dall' altro lato.

Gli specchi sono fatti per essere tagliati.
I vetri sono fatti per essere rotti e passare dall'altro lato "

Subcomandante Marcos

mercoledì 29 settembre 2010

In questi mesi di astinenaza dalla corsa causa infortunio ho letto un paio di libri di Marya Hornbacher . La vita pazzesca di questa giovane donna [è del 1974] che fin da piccolissima ha sofferto di Dca sintomo, scoperto solo in seguito, di Bipolarismo ... li ho leti di un fiato, intensi, profondi, incredibilmente toccanti e disarmanti.
Poi ho letto un romanzo storico " la chimera" che mi ha fato riflettere molto e mi è piaciuto assai ... 
ora sto leggendo "Cronache degli anni neri" di R. Bilenchi e "Racconti per una solitudine insonne" del Subcomandante Marcos . 

Tra una cosa seria e l'altra mi sono fatta quattro risate con "Piccolo trattato di ciclosofia" e ... ah dimenticavo "il peso della farfalla" di Erri de Luca ... pesante, pesantissimo e per fortuna è un libricino-ino
Che sapore ha la rinuncia?
L'effervescenza delle bollicine di un Brut?
L'intensità di un Cabernet barricato?
Il torbato di un puro malto?
 da Robiberna il 27/01/2010

Per me la rinuncia non ha sapore e non intendo perseguirla ...  

venerdì 20 agosto 2010

Son Tornata!!!!

Ed ecco subito la citazione da un libro leto in passato ma che dovrei rileggere ...

"Nella mente alleno i muscoli della sopportazione, domo rabbia e fame nello spirito e nel sangue. Io divento la roccia. Io divento il coltello. Io sono il mistero. L'io che sarò è in attesa di me. Se non posso sognare una nuova me, come farò a trovare la vera me stessa?"
"Ci raccontiamo delle bugie e fingiamo di non accorgercene. Ci vuole tutta la nostra forza per sapere la verità, per credere in noi senza dipendere dalla luna, né dalla magia. La sola magia che possediamo è quella che noi stesse creiamo, sono i muscoli che ci facciamo dentro, la fiducia che sappiamo costruire dal nulla"

venerdì 2 luglio 2010

L’Ue alza il limite della tossina cancerosa nelle nocciole.

L’Ue alza il limite della tossina cancerosa nelle nocciole.

Perchè questa decisione? per un motivo squisitamente commerciale : i consumi di pistacchi, noci, amndorle, nocciole e simili sono così aumentati che il mercato ha bisogno di importarne da paesi extra comunitari, i quali difficilmente riescono a stare sotto i limiti più stringenti

Il caccaitore di aquiloni

More about Il cacciatore di aquiloni - Mille splendidi soli

giovedì 1 luglio 2010

M.C.T. | Presentazione Gara

M.C.T. | Presentazione Gara

una gara di Triathlon a milano ... mio dio come reagiranno i milanesi?

Transcivetta

Ho deciso di farla e sono riuscita [pare] a trovare un compagno di avventura ... ora andrò sulla montagnetta, non intorno proprio diretta in cima ehehehe...sperem di non tirare le cuoia!

mercoledì 30 giugno 2010

"Amare significa non dover mai dire: mi dispiace."
Un cult degli anni '70. 

Love story Finito ... 

Mina & Seal - You get me

..io ti dò la mia mano!
Ti dò il mio amore più prezioso del denaro,
Ti dò me stesso senza sermoni o leggi;
Vuoi tu darmi te stessa?
Vuoi venire e viaggiare con me?
Vuoi che restiamo uniti l'uno all'altra
finchè avremo vita?
(Walt Whitman)

LOVE STORY

Ok Ho finito pure "la sfida di HArlan" che mi è piaciuto molto meno di "la corsa di Billy" forse perchèavevo troppe aspettative e forse perchè non mi ritrovo in alcune visioni/riflessioni della Warren ma tant'è l'ho finito comunque ... ora in guardiola non ho portato nessuna lettura delle mie ma visto che cercando nella scrivania ho trovato questo : More about Love story me lo leggo ... hihihhi

martedì 29 giugno 2010

Vincere è una passione. Non è qui - dissi mostrando il cronometro.

E' qui - e mi toccai il cuore

lunedì 21 giugno 2010

LA sfida di Harlan

E ora bando agli indugi .. e si inizia il secondo libro della P.N.Warren 

More about La sfida di Harlan

SAbato allenamento e domenica cazzeggio ...

Domenica all'insegna del cazzeggio puro!
Ho finito After Dark ... na schifezza ... non ce nè Haruki M. non è proprio il mio autore ... e va bene basta saperlo così lo si evita!

venerdì 18 giugno 2010

E se mi devi amare

E se mi devi amare per null'altro sia
che per amore. Non dire "L'amo per il
suo sorriso, il suo sguardo, il modo
gentile di parlare, per le sue idee
che si accordano alle mie e che un giorno
mi resero sereno". Queste cose possono,
Amato, in sé mutare o mutare per te.
Così fatto un amore può disfarsi.
E ancora non amarmi per la pietà che
le mie guance asciuga. Può scordare
il pianto chi ebbe a lungo il tuo
conforto, e perdere così il tuo amore.
Ma amami solo per amore dell'amore,
che cresca in te, in un'eternità d'amore!

Elizabeth Barrett Browning

After Dark di M.Haruki

More about After dark  Eccomi alla nuova lettura ... dell'autore in questione ho letto : "l'arte di correre" e non è che mi abbia fatto impazzire, però siccome non mi lascio condizionare da un solo libro provo a leggere pure questo ... hihih

giovedì 17 giugno 2010

e amche questo l'ho divorato...

"La corsa di Billy" l'ho termiato ieri e sono rimasta senza parole...bellissimo romanzo che ha colto in pieno la mia sensibilità toccando argomenti a me cari sopratutto in questo periodo...

lunedì 14 giugno 2010

Perchè .. alla Fidal da Olivier G.

Buonasera,
scrivo queste righe sperando solo che qualcuno leggerà, risposte sono già certo di non averne.
Ma per quelle già ci pensano i fatti.

Quali fatti? Andiamo con ordine.

Sono appassionato e praticante di Atletica da quasi 28 anni ormai e non avendo un gran talento l’ho sostituito con la passione, la dedizione. Sono e sono stato un sognatore che dei propri sogni ne ha fatto un carburante nobile, anche sognando di diventare un campione come Cova, Panetta, Mei, Antibo, Dorio, Fogli e tutti quelli recenti e passati che hanno alimentato la mia fantasia di atleta.

Non è un preambolo melenso ma una dichiarazione triste, perché questi sogni li state uccidendo, state prendendo la testa di uno sport con l’acqua alla gola e state facendo di tutto per cacciarla sotto l’acqua, annegandola in giochi di potere, pochi fatti, risultati disastrosi, nessun coraggio e tanta troppa burocrazia. Proprio voi, che invece dovreste essere i salvatori o almeno provare ad esserlo.

Da tempo volevo scrivervi, ma l’evento scatenante è stata la vostra decisione di fare i Campionati Italiani Assoluti di Grosseto in mezzo alla settimana, non nel weekend come sarebbe più saggio e normale aspettarsi. Motivo? Lo so, lo scriverò più avanti ma mi piacerebbe foste voi ad ammetterlo, vergognandovi. Quanti sono gli atleti assoluti in Italia che lo fanno di professione? Pochi. Viste le recenti abitudini quanti di loro parteciperanno ai Campionati, anche in vista degli Europei di Luglio? Pochi, ma più probabile ancora meno. E quindi? Si desume, con poco ragionamento, che tutti gli altri Atleti tesserati come assoluti per vivere devono lavorare, e lavorando sarà ben difficile poter partecipare ai Campionati di Grosseto. E questo può anche non essere per volontà propria, può essere che il posto di lavoro neghi il permesso di uno o due giorni di vacanza.

Da questo semplice ragionamento, semplice per la maggior parte delle persone ma non per voi, si preannuncia una partecipazione ai minimi storici, il tutto per cedere il passo inchinandosi servilmente alle partite del Campionato Mondiale di Calcio, anzi il Dio Calcio al quale tutti si inchinano. Voi per primi, con servile lungimiranza. Ma vedete, quello che fa più male, al di là di una partecipazione minima è la vostra sordità, la vostra cecità e insensibilità di fronte ai sogni e alle speranze dei tanti atleti che avrebbero voluto partecipare.

Conosco personalmente atleti di valore e al contempo lavoratori, alimentare la loro passione pur attraverso sacrifici, sia economici (per pagarsi le trasferte), che fisici (allenamenti all’alba o nel calore del pranzo per poi tornare al lavoro) che umani (rubando il tempo agli affetti) pur di vivere quello che è il loro sogno, la loro speranza e voglia di esserci. Conosco la mia cara amica Simo (la sua mail ve la allego alla fine), la vedo quotidianamente al campo di allenamento metterci il cuore e l’anima per qualificarsi ancora e al primo tentativo, ai 3000 siepi assoluti. Gestire a 39 anni un impegno fisico notevole e il rischio di infortuni, un lavoro non certo semplice, allenamenti in pista con più di 30°, gare al massimo dell’impegno lasciandosi alle spalle ragazze ben più giovani. Tutto questo per alimentare e tenere viva la fiamma della passione per questo sport, per tenere in vita i sogni che come per lei, per me e per le tante migliaia di persone (assoluti e master) hanno un valore prezioso e nobile. Quali altri sacrifici servono per voi?

Per voi sono solo parole, inutili e stancati come le tante che usate al posto dei fatti, anche se sono e saranno proprio questi ultimi a parlare per voi, per sempre. Siete riusciti ad asservire i Campionati Assoluti ai Mondiali di Calcio, come se chi fa sacrifici per un anno pur di parteciparvi, non lo farebbe per una partita di calcio. State burocratizzando uno sport, caricandolo di regole che hanno il solo scopo di chiedere soldi, ma finiscono con l’allontanare la gente dalle gare (vedi gare regionali), mentre credo che la partecipazione elevata sia più efficace della cassa. Peggio di tutto state spegnendo i sogni e tarpando le ali di chi in questo sport ci ha messo l’anima.

Ma forse semplicemente questi sogni, queste ambizioni sono più grandi delle vostre capacità, dato che vi state sempre più avvicinando alla politica e sempre meno allo sport, che state diventando una federazione con la quale è davvero difficile riconoscersi. Ma una nota positiva c’è, i nostri sogni sopravvivranno a voi, sperando che che vi succederà abbia un atteggiamento più lungimirante.

Con profonda tristezza e infinita delusione

Oliviero Giberti


PS Sono stato escluso da una classifica in quanto tesserato in un’altra regione. Per me, buon classificato e mai a premio è stata una delusione. Ma come, si fanno regole che anziché alimentare, istigare e spronare le persone a partecipare alle gare li si esclude? E’ questo che intende la Fidal come promozione? Forse avere qualche 10k su strada ben partecipato è negativo? Ve lo dico chiaramente, per quanto alcune regole possano essere necessarie, questa è una regola incomprensibile.

PPS Questa è la mail che, dopo tutto quello che da tempo volevo scrivervi, è stata la goccia necessaria a scaturire queste parole. La delusione non è difficile da capire, e non credo sia l’unica, pensateci:

“Mi serve la vostra capacità per elaborare una email TAGLIENTE E INCAZZATA da mandare alla Fidal. Ho infatti scoperto con mio rammarico che i campionati italiani assoluti si terrano mercoledì 30giugno e giovedì 1° luglio. Queste date non rendono possibile la partecipazione di chi come me lavora se non chiedendo appositamente dei giorni di ferie ... questo mi pare quanto meno assurdo!!!
Inoltre le mie ferie sono a luglio e anche volendo non potrei prendere altri gg...e a parte questo anche potendo per principio non le prenderei perchè lo trovo assurdo... che cazzo... va beh sono incazzata e delusa e mi viene anche un pò da piangere perchè per quanto faccia la Fixa alla fine ci tenevo a partecipare per l'ultima volta ai campionati italiani assoluti e che so fare il tempo della mia vita tipo! Vaffanculo”

Campionati Italiani assoluti...ho il minimo ma si terranno il 30/05-01/06 ...

Questa l'email girata alla fidal da parte di un caro amico runner...io vado avanti per la mia strada ma vorrei che un pò del mio disgusto giungesse a tutto quel Mondo di Appassionati che come me dedica parecchio tempo a questa meravigliosa passione...

Non so a chi scrivere, quindi scrivo a Voi. Spero che almeno qualcuno legga.

L’ atletica in italia (il minuscolo non è casuale) non è esattamente un fenomeno di massa. Certo, siamo succubi del calcio… non ci son fondi… e poi?

Poi organizzate gli assoluti il mercoledì ed il giovedì! Vi farò una confidenza… c’è qualcuno che lavora, pochi, ma qualcuno lavora.
Questa scelta, credo arriviate a capire perfino voi, se ci pensate, non aiuterà a riempire lo stadio di grosseto di pubblico festante, non fosse altro di parenti ed amici degli atleti.
Ma soprattutto non permetterà a coloro i quali, pur non facendo dell’ atletica una professione, ci investono tempo ed energie per pura passione.

C’è gente che dedica tutte le proprie pause pranzo agli allenamenti, si sveglia la mattina presto per fare i lunghi (e per mattina presto intendo alle 5, buio, freddo, a febbraio l’ aria che entra nei bronchi, fa male!). c’è gente che controlla l’ alimentazione, che si priva di ogni vizio, che mette da parte i centesimi per pagarsi la trasferta agli assoluti. Specialità 3000 siepi femminili… martedì avreste dovuto vederla… sudata, tesa, una splendida atleta concentrata a sfiorare con il pantaloncino la barriera, arrivandoci senza fare ‘passettini’ ore 13.30, 30°C, umidità tropicale. Ha saltato l’ ultima barriera e non si è nemmeno fermata a salutare, doveva tornare al posto di lavoro… questa splendida atleta, classe 1971, quante altre occasioni potrà avere, quanti altri sacrifici dovrà fare?

Vi allego la e-mail che mi ha scritto pochi minuti fa…

“mi serve…
la vostra capacità per elaborare una email TAGLIENTE E INCAZZATA da mandare alla fidal
ho infatti scoperto con mio rammarico che i campionati italiani assoluti si terranno mercoledì30giugno e giovedì 1°luglio
queste date non rendono possibile la partecipazione di chi come me lavora se non chiedendo appositamente dei giorni
di ferie ... questo mi pare quanto meno assurdo!!!
inoltre le mie ferie sono a luglio e anche volendo non potrei prendere altri gg...e a parte questo anche potendo per principio non
le prenderei perchè lo trovo assurdo ... che cazzo ...
va beh sono incazzata e delusa e mi viene anche un po’ da piangere perchè per quanto faccia la Fixa alla fine ci tenevo a partecipare per l'ultima volta ai campionati italiani assoluti e che so fare il tempo della mia vita, tipo! Vaffanculo”

Voi siete perfino capaci di aver organizzato questa cosa il mercoledì e giovedì, per tenervi il week end libero per andare al mare! Ma qualunque sia la motivazione (a cercarla, una scusa si trova sempre… chi fa bene il suo dovere, semplicemente non deve cercar scuse!), l’ avete fatto!!

simo mi ha chiesto una e-mail tagliente ed incazzata… io riesco solo a produrre questa cosa pessimista e crepuscolare. Siete rappresentanti moribondi, di un movimento moribondo, in un paese moribondo.

Avete fatto la cosa peggiore che si possa fare… avete cancellato un sogno ad una persona che in questo sogno ha messo tutta se stessa.

Inqualificabili

Con disprezzo

Dario Zucchi

Tessera fidal CF024984

Prima del 5000mt

venerdì 11 giugno 2010

Pornostar SHANNYA : FARÀ SESSO CON 999 UOMINI !

SHANNYA-RECORD: FARÀ SESSO CON 999 UOMINI !



Mille uomini meno uno: 999 rapporti promessi da Shannya Tweeks, pornostar di fama internazionale, addirittura per una buona causa, cioè con soldi devoluti alla battaglia che si combatte per l'Aids. "Il 20 agosto 2010, a Cap d'Agde, tenterò di battere il record mondiale di Gang Bang con 999 uomini, il cui ricavato sarà devoluto a favore della lotta contro l'AIDS." Ha dichiarato la pornostar francese conosciuta in arte come Shannya Tweeks. Ben 400 uomini oltre quelli che, la mente straordinariamente immaginativa dello scrittore di "Fight Club" e di "Invisible monsters" potesse partorire , la realtà è sempre in grado di superare oggi l'immaginazione...

NON HO PAROLE...

Footdown battle Bmx vs Fixed from CalleMarconi Bmx on Vimeo.

ahahahaahaha divertente ..

MADRID LONGBOARD from Juan Rayos on Vimeo.

Questo video mi è piaciuto molto ... mi ha infuso un immenso senso di libertà, lo steSso che si prova correNDO con la musica in mezzo alla natura ...

martedì 8 giugno 2010

Cortina-Dobbiaco

31/05/2010 Cortina-Dobbiaco

L'anno passato sono andata alla Cortina-Dobbiaco per seguire la mia super amica Paola e l'amico Olivier lungo il percorso e scattare un pò di foto ... neanche a dirlo nonostante il freddo e l'acqua presa in bici mi sono innamorata del percorso e dell'ambiente di questa stupenda gara e mi sono ripromessa che nel 2010 [cascasse il mondo] ci sarei stata e così eccomi il 30maggio 2010 sulla linea di partenza :D ...

Pigmeo di C. Palahniuk

..niente da fare non riesco a leggerlo, non mi piace com'è scritto ... sarà geniale ma in questo caso storpia le lettura e questo tipo di genialità non mi piace ...

domenica 6 giugno 2010

Get the Flash Player to see this player.

venerdì 4 giugno 2010

Intervista a Benedetto Ippolito

Intervista a Benedetto Ippolito - Riflessioni sul Senso della Vita di Ivo Nardi

2) Cos’è per lei l’amore?

Istintivamente sono portato a rispondere che l’amore è una passione travolgente. In realtà, l’amore autentico è quella dedizione volontaria e stabile verso qualcun altro. Possiamo dire di amare autenticamente solo quando siamo in grado di rivolgerci per sempre e fedelmente al bene di un’altra persona.

Scatto inedito di Marilyn Monroe con i Kennedy

Svelato uno scatto inedito di Marilyn Monroe con i Kennedy


Nel 2008, un anno prima di morire, Stoughton vendette la foto a Morgan.
La foto così salvata è ora in vendita all’asta a Los Angeles per 23mila dollari.

venerdì 28 maggio 2010

Rabbia

L'ho finito l'altro giorno, mi è piaciuto sì ma non mi ha fatto impazzire come gli altri che ho letto..Lui rimane comunque stra geniale e al di sopra e oltre ogni aspettativa ... però se dovessi per ora scegliere il suo miglior libro ecco non direi questo.
Ora cerco di finire "hanno tutti ragione" che proprio faccio fatica e poi vedrò con cosa proseguire.
Questo week sarò alla Cortian-Dobbiaco! Noin vedo l'ora :D

Sergio Cammariere - Tutto Quello Che Un Uomo

Ostrava: Powell vola sul bagnato Per Bolt niente record sui 300 - Ultime notizie di Atletica: le gare, i risultati - La Gazzetta dello Sport

Ostrava: Powell vola sul bagnato Per Bolt niente record sui 300 - Ultime notizie di Atletica: le gare, i risultati - La Gazzetta dello Sport
A Ostrava migliore prestazione mondiale stagionale e nuovo record del meeting per lo sprinter giamaicano, il suo connazionale invece non riesce ad infrangere il mondiale di Johnson sull'insolità distanza

Ricette Mondiali: dal Giappone il temaki sushi al tonno

Ricette Mondiali: dal Giappone il temaki sushi al tonno

mercoledì 26 maggio 2010

"In un mondo dove miliardi di persone credono che il loro Dio abbia concepito un figlio mortale con una vergine umana, è incredibile quanta poca immaginazione dimostri la maggior parte della gente"

venerdì 21 maggio 2010

party crashing

"tipo Echo Lawrence. Non che abbia niente contro di lei. Ma Echo è una sparaballe. Chiedile come si guadagna da vivere. Se non ti risponde "prostituendomi", sta mentendo.

Dunque, nel quasi fantascientifico mondo di Rabbia gruppi di notturni si organizzano per passaparola, e mettono in piedi una via di mezzo tra un party itinerante e un gioco a squadre.
Chi partecipa issa sulla propria auto il simbolo concordato – un albero di natale o un allestimento da Just Married -; mette insieme una squadra di 4 o 5 persone e va a cercare il fatidico crash, il magico momento in cui la carrozzeria della tua sudata auto si spiaccicherà e si contorcerà contro quella di un altro partecipante, regalando a qualcuno un colpo di frusta e a tutti un attimo di eternità, che verrà di proposito prolungato il più possibile con isteriche liti tra i giocatori delle due squadre (con effetti quanto mai spettacolari nel caso in cui si vedano 4 dico 4 coppie di sposi gidarsi l’un l’altro lungo la carreggiata).
I notturni fanno party cashing per riappropriarsi del tempo e della vita, per tornare a percepirla nel momento in cui ne percepiscono la fragilità. Ricorda un po’ la body art, quando gli artisti ferivano il proprio corpo per riuscire a sentirlo: nella distruzione si recupera il senso della realtà. E anche un po’ per sfogo, come una corsa nel bosco… ma più cattivo.
Ma il party crashing non è tutto qui: le sottotrame sono innumeri, come ben sa chi ha letto il libro… chi ha iniziato il party crashing? chi coordina i vari eventi? chi tiene conto delle squalifiche?
Le origini del part crashing vanno fatte risalire a uno studio governativo sul traffico. Perchè TUTTO il traffico rallenta enormemente quando c’è un incidente? perchè la gente si ferma a guardare. Sì, ma perchè? e soprattutto: come funziona questo fenomeno? come lo si può attutire? E così ecco squadre di ingegneri volenterosi andarsi a schiantare gli uni contro gli altri mentre altri ingegneri volenterosi stanno a guardare e misurare le reazioni del pubblico. Un incidente, due pubblici.
E però, com’è e come non è, gli ingegneri ci prendono gusto. Finito il periododi studi, gli dispiace interrompere quelle esperienze così liberatorie, così reali in un mondo in cui tutto è filtrato e organizzato. Et voilà, il party crashing.
Ma di nuovo, non è tutto qui. C’è qualcuno che dal party crashing ottiene ben più di un attimo di eternità percepita. C’è qualcuno che ottiene l’eternità vera. Un super-se stesso. L’immortalità. O per lo meno così dicono… ;-)

giovedì 20 maggio 2010

"ce l'abbiamo tutti un momento del genere. Quello in cui per la prima volta i tuoi genitori ti hanno visto come qualcuno che crescendo non diventerà uguale a loro."

"Qualsiasi venditore capace ve lo confermerà: a un potenziale cliente non importa quanto sapete, vuole sapere quanto vi importa. E il venditore davvero in gamba sa perfettamente come fingere che gliene importi un casino". 

Lo zen e l'arte di andare in bicicletta

Rabbia di C. Palahniuk

More about Rabbia

Ecco il nuovo libro che mi appresto a divorare ... yeah!

Mille splendidi Soli

Finito ... meravigliosamente e intensamente e brutalmente toccante.
Fa riflettere, ti prende al cuore, all'anima e alla pancia. Atendo con ansia il Film

Love - John Lennon

lunedì 17 maggio 2010

"quando hai una dipendenza puoi vivere senza sentire nulla, se non gli effetti dell'alcool, delle droghe o della fame. Eppure se paragoni queste sensazioni alle altre, la rabbia, la paura, l'angoscia, la disperazione e la depressione, bè..una dipendenza non ti sembra più tanto brutta. Sembra una scelta più che praticabile.."


"è patetico come non siamo capaci di convivere con ciò che non comprendiamo. Come abbiamo bisogno di etichettare e spiegare e dissezionare tutto quanto. Persino le cose inspiegabili per definizione. Persino Dio."

"Mi chiamo Victor Mancini e sono un sessodipendente" 

"Possiamo passare la vita a farci dire dal mondo cosa siamo. Sani di mente o pazzi.Stinchi di santo o sessodipendenti. Eroi o vittime. A lasciare che la storia ci spieghi se siamo buoni o cattivi. A lasciare che sia il passato a decidee il nostro futuro.
Oppure posisamo scegliere da noi. E forse inventare qualcosa di meglio è proprio il nostro compito "

Half Maratona Franchigena by simona7179 at Garmin Connect - Dettagli

Half Maratona Franchigena by simona7179 at Garmin Connect - Dettagli

venerdì 14 maggio 2010

"quello che dobbiamo fare noi è scombussolare i piccoli paradigmi che la gente ha sulla propria identità"

"ho passato la vita a definirmi sulla base di ciò contro cui mi battevo"

"Sì ero Contro tutto, ma mi capita sempre più spesso di pensare che non sono mai stata Pro niente"

Soffocare di Chuck Palahniuk

Ed ecco il terzo libro iniziato ... questo è una certezza, non tarderò a finirlo!
da una recensione...
-Siete un fallito perditempo, sessuomane e fallocentrico e pensate pure di essere la reincarnazione di Gesu’ Cristo, dopo un esperimento di clonazione a partire da una cellula del divino fallo?
Fingete di morire soffocati nei ristoranti per farvi salvare e mantenere dai vostri soccorritori, che per una volta nella loro piatta vita si son sentiti utili ed importanti?
Che cos’è che Gesù NON farebbe?
Divorate “Soffocare“.-


More about Soffocare

mercoledì 12 maggio 2010

More about Mille splendidi soli
Nuovo libro, appena arrivato ... volevo darlo a Chiara ma visto che Lei è un pò indietro con le letture me lo leggo prima Io [hihihih]

Finito!|

Stupendo, un genio e non del male come scritto sulla prima pagina del libro ma della realtà nuda e cruda, della vita, del sociale ... veramente veramente degno di Nota e ne ero certa visto che è l'autore preferito di Dario...

Se avete problemi di identità, rancore verso il mondo e adorate leggere di perversioni a voi è dedicato “Invisible Monsters”. 

lunedì 10 maggio 2010

"mi racconterai la tua storia come lo hai appena fatto. Scrivila tutta quanta. Racconta quella storia, ancora e poi ancora. Raccontami la tua triste storia del cazzo per tutta la notte" ... "quando capisci" dice Brandy " che quella che racconti è solo una storia. Che non sta più succedendo. Quando realizzi che la storia che stai raccontando sono solo parole, quando puoi sbriciolarla e gettare il tuo passato nel secchio dell'immondizia" dice Brandy " allora riusciremo a capire chi sarai"

sabato 8 maggio 2010

'Invisible Monsters' Chuck Palahniuk

Ecco la nuova lettura ... è in attesa da Natale, regalo di Dario ... ho cominciato a leggerlo stamattina e non riesco a staccarmi ... mi sa che lo finirò nel week-end complice il fatto che Chiara non c'è ... è al matrimonio di Elena, amica di lunga data, dei tempi di Perugia.





venerdì 7 maggio 2010

Il mondo di Sofia

More about Il mondo di Sofia

questo me lo ha dato un annetto fa una condomina .. provo a leggerlo vediamo com'è ..

'...l'unica cosa di cui abbiamo bisogno per diventare buoni filosofi è la capacità di stupirci....' 

ore 17 : dopo 60pagine veramente pallose e dogmatiche ho deciso di chiudere questo libro... poteva andar bene in prima o seconda liceo .. stop! 

l'arete di c....

Finito..divorato...ironico, malinconico, filosofeggiante, intenso, particolare, tenero, originale ... sorprendentemente reale.

giovedì 6 maggio 2010

"Vivere ogni giorno come se fosse stato strappato alla morte, ecco cosa vorrei. Gioire della vita come ne gioiva Eve. Liberarsi del peso, dell'ansia, del tormento quotidiano. Per dire sono vivo, sono una meraviglia, Io Sono. Ecco qualcosa a cui aspirare."

mercoledì 5 maggio 2010

L'arte di correre...

'un concetto così semplice eppure così vero: ciò che manifestiamo è davanti a Noi; siamo noi gli artefici del nostro destino. Intenzionalmente o meno siao soltanto noi i responsabili dei nostri successi e dei nostri fallimenti'

'Lei era la mia pioggia. Il mio fattore imprevedibile. La mia paura. Ma un pilota non deve aver paura della pioggia, la deve accettare. Solo io potevo manifestare un cambiamento in ciò che mi circondava mutando il mio stato d'animo, la mia energia. Avevo permesso a Eve di vedermi in modo diverso.'  

martedì 4 maggio 2010

'Hanno Tutti ragione' di P. Sorrentino

Ecco a casa, visto che diluvia e a pranzo non ho corso, ho iniziato invece questo libro ... e già nella seconda pagine questa citazione mi ha colto .. 

"una volta mollata l'anima, tutto segue con assoluta certezza, anche nel pieno del caos."
di Hanry Miller

More about Hanno tutti ragione

L'ARTE DI CORRERE SOTTO LA PIOGGIA di G.Stein

More about L'arte di correre sotto la pioggia

Ecco il libro che ho iniziato a casa ma che ho portato al lavoro perchè vorrei andare avanti velocemente nella lettura e si sa a casa la sera sono assai bradipizzante ...

leggibile ma niente di che..

Finito ora 'Il coinquilino' .. finale a sorpresa, racconto in parecchi punti un pò splatter .. si lascia leggere ma non ne prenderei subito un altro dello stesso genere, diciamo che uno ogni 6 mesi è più che sufficiente!

da 'Il coinquilino'

Una canzone deve finire in questo modo! Così come un libro, un film deve concludersi con un'esplosione, non può bruciare lentamente. Non può rimangiarsi tutto quello che ha cercato di farti credere, deve lasciarti senza parole, deve essere un'esperienza.

lunedì 3 maggio 2010

CocconatoAlbergoRistorante

Amarengo

370 km week-end

Nonostante il tempo previsto [acquazzoni a tuttospiano] Sabato mattina siamo partite! Abbiamo fatto bene perchè siamo riuscite a evitare l'acqua :D. Da Milano quindi in direzione Vigevano,strada conosciuta e per l'occasione nemmeno troppo trafficata. Quindi inizia il percorso "al buio" verso Mortara, Casale Monferrato, Camino, Cantavenna e Gabiano, prima tappa per la degustazione. Purtroppo arriviamo alle 13.30h ed è chiuso, tocca attendere fino alle 15h e giunti lì in culo ai lupi mi accorgo di avere il serbatoio agli sgoccioli...un attimo di panico poi decidiamo di andare a cercare un distributore incrociando le dita. Scegliamo di andare verso Sulpiano e dopo 5km circa lo troviamo e gli animi tornano sereni. Cominciamo a sentire un certo languorino e non c'è Ambrogio così ci dirigiamo a Crescentino dove ci rifocilliamo nel primo bar scelto [errore! mai il primo...saltare sempre la prima scelta!] un toast, succo e caffè. Si fa un giro per il centro del paese, ci fermiamo a vedere l'arrivo degli sposi in cinquecento bianca, ascoltiamo i dialoghi degli invitati, ci facciamo quattro risate e si rinforca Cloty per tornare a Gabiano .. sono le 15.30h speriamo sia aperto!
Degustiamo, acquistiamo 2 bottiglie, giro del Castello, foto al labirinto, un bel pò di sane risate. Si sta alzando un vento inquietante, altrove i temporali si sfogano e noi riprendiamo la strada in direzione Cocconato. Riusciamo a evitare la pioggia e alle 17.30h circa giungiamo a destinazione [che scopro essere meta motociclistica visto i bolidi parcheggiati nella piazzetta del paese] ... l'albergo/ristorante [il Cannon d'Oro] è vramente molto molto carino e in più mi fanno parcheggiare Cloty nel cortile interno il che mi rende assolutamente più tranquilla. Depositiamo lo zaino e siamo pronte per fare un giretto ... quattro passi, due chiacchiere, comincia a piovere e ci rifugiamo per l'aperitivo in uno dei Bar della piazza [seconda scelta .. ottimo!] ... dopo due birre, due sprizt e tante tante chiacchiere tra il serio e faceto siamo pronte per tornare in albergo prima della cena. Serata memorabile a degna conclusione di questo 1°maggio 2010.
Svaglia alle 8.45h, colazione e per le 10h siamo pronte a risalire in moto. Su consiglio della responsabile del Cannon D'Oro ci dirigiamo all' Abbazia di Vezzolano facendo una puntatina curiosa ad Aramengo ... le strade e i luoghi sono spettacolari! Visita dell'Abbazia con la scoperta dell' archeoastronomia, caffè e si prosegue in direzione Asti.
Strade mozzafiato, mille tonalità di verde e una immensa sensazione di libertà ci inebriano quanto il vino della sera prima. Giunte ad Asti per le 12h ci facciamo un giro per il centro, cittadina tranquilla dove scopriamo prezzi abbordabilissimi per  appartamenti all'interno di veri e propri castelli [il sogno di Chiara in pratica!] ... decidiamo di proseguire la scorazzata in moto e di andare a rifocillarci a Casale M.; una volta trovato il centro ci facciamo un giretto in cerca di un Bar 'Cinema' e stazioniamo fino alle 16.30h circa tra chiacchiere, spettegules e nuove risate ... è tempo di rientrare a Milano passando per Mortara, Vigevano e Abbiategrasso.
Splendido giro, bisognerebbe aver più spesso week liberi per esperienze come queste..faremo in modo che diventi se possibile un appuntamento mensile !
Cloty, Chiara e Simo in giro per il Monferrato!


Castello di Gabiano

venerdì 30 aprile 2010

'L'Inquilino' di Mirko Mignone

More about Il coinquilino

Ecco il libro che mi appresto a leggere ora [al lavoro] .. per quello a casa devo ancora decidere.
L'avevo iniziato già nel settembre 2009 ma poi ho dato precedenza ad altri, ora ci riprovo..è un thriller non proprio il mio genere in assoluto ma se scritto bene ... l'inizio mi è piaciuto da subito.

Wow

More about Il sole dei morenti

Finito ora "il sole dei morenti" di J.Claude Izzo ... merita, merita davvero tanto ... non riuscivo a staccarmi dalla lettura e in tre giorni è scivolato nelle viscere come da molto tempo non mi capitava con i libri .. wow!
"ho sognato che come me vagabondavi nel buio e ci siamo incontrati ..."

"I ricordi di Rico sembravano cacciati via, respinti il più lontano possibile. Dietro quella linea dell'orizzonte, forse immaginaria, dove conta soltanto l'istante presente. Nella sua mente fu un cielo azzurro. Un cielo da Mistral. Pensò all'amore. A quello che era stato l'amore. Al piacere di amare. Alla tenerezza dei giorni. Alla delicatezza degli attimi. A tutto quello che voleva dire la felicità condivisa. A quella leggerezza sempre necessaria, indispensabile, delle parole, dei gesti, dei pensieri."

giovedì 29 aprile 2010

"è pazzesco si era detto com'è facile apparire quello che non sei.Una giacca nuova e puoi confonderti nella folla..."

Molto forte incredibilmente vicino.

More about Molto forte, incredibilmente vicino 

Questo è il libro che stavo leggendo a casa e che ho finito ieri sera ... ci ho messo un pò a finirlo perchè la sera leggo molto meno di quanto non faccia al lavoro, ma ne è valsa la pena perchè è uno di quei libri che ti riempie...

mercoledì 28 aprile 2010

IL SOLE DEI MORENTI J.C.Izzo

Ecco il nuovo libro che mi appresto a divorare ... ho già letto le prime pagine e ... mi piace parecchio come scrive Izzo, ma questo già lo sapevo avendo letto la sua triloga quest'estate senza batter ciglio e in meno di un mese...

Mostar fotografica

Con Chiara andrò Giovedì sera QUI

martedì 27 aprile 2010

..'zio Ramon non ha ispirato nessun personaggio dei miei libri, ha troppa dignità e buon senso. I romanzi si fanno con dementi e villani, con gente torturata dalle proprie ossessioni con vittime degli ingranaggi implacabili del destino...'

Finito oggi. Non mi ha entusiasmato, non mi piace come scrive l'Allende però questo libro andava letto ... ora torno al mio genere :D

lunedì 26 aprile 2010

[cosa li tenne insieme?]
"la tenacia di una passione nata nella lontananza, alimentata da lettere romantiche e rafforzata da una vera montagna di inconvenienti"

sabato 24 aprile 2010

da Paula

Durante la mia vita ho cercato più volte l'emozione che mi infonde il bosco, più intensa del più perfetto orgasmo o del più lungo applauso

mercoledì 21 aprile 2010

Finito "in viaggio contromano" .. mi è piaciuto molto, sarcastico nei dialoghi e interessante nella conclusione..

Ora mi accingo a leggere "Paula" di I.Allende; è un pò che ce l'ho sulla scrivania ma ogni libro a un suo tempo e sento che è giunto il suo ...vedremo.

sabato 17 aprile 2010

IN VIAGGIO CONTROMANO

"Nessuno di noi parla. John di tanto in tanto si limita a emettere un grugnito compiaciuto. E' bello così è bello tacere. Paralare rovinerebbe tutto. Per un attimo potrei piangere dalla felicità; è per momenti come questo che amo tanto viaggiare. Noi due insieme come siamo sempre stati, senza parlare, senza far nulla di speciale semplicemente in vacanza.
Lo so che niente dura ma anche quando ti rendi conto che qualcosa sta per finire puoi sempre voltarti indietro e prendertene ancora un pò senza che nessuno se ne renda conto."
M.ZADOORIAN

giovedì 25 marzo 2010

100 km della Brianza- Seregno 21.03.2010


L’isola che non c’è…..
"Seconda stella a destra
questo è il cammino,
e poi dritto fino al mattino
poi la strada la trovi da te,
porta all'isola che non c'è."

E' passato un anno dal mio battesimo sulla 100km e questa volta so perfettamente cosa mi aspetta. So che posso finirla, che soffrirò, che mi scioglierò in lacrime sfinita all’arrivo, che mi divertirò, comunque vada.
So anche che sono pazza, incosciente…che non sono allenata come avrei voluto, poche settimane dopo 3 mesi di infortunio, una brutta influenza poco tempo fa, l’ultimo lungo saltato. Ho paura…ci sono tutti i migliori là fuori, ma non mi importa il tempo che ci impiegherò. Voglio farla per me, per tutte le gare che mi sono persa, per i tendini che mi hanno fatto impazzire, per tutte le volte che ho pensato di smettere.
Voglio farla per portare nel cuore con me, per quegli interminabili 100 km, i veri protagonisti di questa mia gara. Noemy, raffiche di sms e email per ogni volta che volevo mollare, cercando di tirarmi fuori l’orgoglio e quell’ambizione che mi manca.
Luciano, che mi ha insegnato a correre col cuore, con la testa, con una caparbietà più forte degli imprevisti e degli infortuni.
Marco, che zoppica accanto a me ma non molla mai: ogni 2 km mi chiede “come stai?”, ogni 5 mi passa da bere. Amici.

Seconda stella, a destra: questa gara è per voi, e voglio finirla…

E pioviggina, l’umidità mi entra nelle ossa ma non ci penso. Voglio godermi ogni istante! Il gruppo è ancora compatto per i primi 40 km, e un grande azzurro della 24 ore, Antonio, si improvvisa capo gita e animatore della comitiva…ci mancano almeno 70 km, meglio ridere adesso, perché dopo saremo da soli…e infatti ben presto mi ritrovo isolata, ma arriva Stefano in bici con i miei rifornimenti….compagnia provvidenziale, spassosa, inizia a raccontarmi, sparare scemate, destreggiarsi in un mondo che non conosce. Sono certa che ai suoi occhi sembriamo davvero degli extraterrestri. Che male hai fatto per passare una domenica sotto la pioggia? Ti sei vantato di essere brianzolo una volta…grave errore! Adesso ti tocca. Tanto con questa giornata umidiccia e grigia la moto non potevi usarla comunque...e allora pedala 

Seconda stella, a destra..questo è il cammino….dopo il 70 esimo km diventa tutto più pesante, opprimente, difficile. Qui si gioca il mancato allenamento, ma non perdo di vista il mio obiettivo: divertirmi ed onorare questa gara!
Non c’è in giro nessuno, il parco di Monza è deserto. Solo lo staff…e che accoglienza. Come accertato l’anno scorso, organizzazione perfetta, puntuale, amichevole. Grandi Marcecaratesi, un’altra gara indimenticabile.
Voglio scherzare, salutare, e sorridere. Basta poco, ma è questo spirito che mi porterà fino alla fine.

Seconda stella, a destra….la stanchezza è tanta, non ricordo dove andare..e sì che sono passata di qui solo poche ore fa. Ci raggiungono in bici anche Noemy e Gian…e credo che una gara così spassosa non la farò mai più. Le gambe non vanno più, cerco di non fermarmi che per pochi secondi, tengo duro…tanto so che la finisco. Poche certezze, ma questa è incrollabile.
Fraziono l’obiettivo, la mia volontà si concentra sui 5 km successivi: 80, 85,90.

Seconda stella, a destra…se ci credi ti basta perché poi la strada la trovi da te.

Seguo gli amici, i loro discorsi: ma riuscirà il Milan stasera a superare l’Inter? Certo che…al km 92 è una bella domanda. Però ci stiamo divertendo tanto, anche se iniziano a superarmi tutti…passano altri azzurri della 24 ore, Gastone e Marco, e poi anche Lorena, col passaggio leggero, elegante come sempre. Io proprio non ne ho, non posso difendere la terza posizione, oggi proprio no.

Seconda stella a destra…e la commozione inizia a salire, quando si entra in centro Seregno, tra la transenne, lo staff e i vigili che applaudono e compensano la pioggia, il freddo, lo sfinimento.
Ho come bisogno di sentirli vicini, cerco il 5 con la mano a tutti: corro lenta e serena….“perchè sorriso chiama sorriso”, come mi ha scritto ieri Noemy.

Seconda stella a destra
questo è il cammino,
e poi dritto fino al mattino
non ti puoi sbagliare perché
quella è l'isola che non c'è!

“Ila, ti lasciamo da sola a goderti l’ultimo km”

Grazie amici per queste parole, non le dimenticherò mai; abbiamo riso e scherzato, ma avete capito che avevo bisogno di recuperare la sacralità di questo momento. In silenzio, cercando la concentrazione, soffocando l’emozione.
Sono lucidissima, tutto ciò che mi serve per vivere è qui: la passione, la tenacia, l’amore, la volontà e voi...vi rivedo come in un film che scorre velocissimo…Chicco che si è alzato alle 5 per dispormi i ristori ai tavoli nella prima parte del percorso, Orietta e Luca Speciani oggi vicinissimi e preziosissimi, Francesca e Andrea che saranno preoccupati ad aspettare un sms, Stefano, Luciano e Marco che saranno qualche km indietro, i miei ultra Runners Bergamo…ringrazio tutti e vi porto con me, manca poco.
Ringrazio pure la mia gamba sinistra, ma ci sei ancora? non mi sono nemmeno accorta di te, stavolta..

Seconda stella, a destra: entro nelle transenne del rettilineo finale ed ancora mi stupisco dell’energia di questi istanti. Non sento le voci, la musica, le grida.
Non sento nulla.
Vedo solo negli ultimi metri le braccia tese di Maurizio Riccitelli, poi Gian e Stefano e infine Noemy (non vale…già piangi?!non sono ancora arrivata…)

Non mi sono sbagliata, ce l’ho fatta. 9.15.02, quasi 20 minuti in meno dell’anno scorso, quarta.
E crollo nell’abbraccio di Noemy, come in quella notte di giugno nelle Fiandre, e stavolta sei stata tu a portarmi alla fine!
Le lacrime sono quasi una liberazione, e sono contagiose. Dopo 100 km di pioggerellina sottile il miracolo si rinnova.
Regola numero uno: prima si ride, perché la corsa è armonia e l’energia viene anche dal sorriso.
Poi si piange, perché-dannazione-100 km sono davvero lunghi e dolorosi e noi infinitamente vulnerabili: ma la soddisfazione di arrivare in fondo è l’unica cosa che si ricorda dopo.

Insieme ai volti stanchi ed orgogliosi di Giorgio Calcaterra e Monica Casiraghi, nuovi Campioni Italiani 100km, Silvio Bertone secondo…grande, sei il mio mito!
Daniele Gaido, che si scopre un talento e non ci crede ancora nemmeno lui…conserva sempre questo senso di stupore e andrai lontano. Lontano e veloce!!
Cristina strepitosa, Lorena davvero inossidabile.
Siamo tutti qui, premiazioni in grande stile….ma tocca al presidente IUTA, Gregorio Zucchinali, mettermi al collo la medaglia per il Campionato Italiano. Proprio lui…che indossa la felpa RB sotto la giaccavento...e ci abbracciamo commossi. Forse il protocollo non lo prevedeva…ma è difficile controllare l’emozione quando si è tanto provati.

Sono le 20, sono 24 ore che piove. Sono 24 ore che sono fuori di casa. Vorrei aspettare l’arrivo del grande Antonio Mazzeo, ma sto congelando. Vorrei correre con lui quegli ultimi 200 metri che ti consegnano alla gloria, vorrei lanciare fiori al suo passaggio, vorrei scaldarmi con il suo coraggio e prendere per mano la speranza.
Perdonami amico, la stanchezza ha preso il sopravvento ma il tuo saluto prima di partire è ancora qui sul cuore…posso metterci un nastro e appenderlo come una medaglia?
Grazie a tutti,

Testo Stato D’animo Marlene Kuntz lyrics letras songteksten paroles di dei degli

Testo Stato D’animo Marlene Kuntz lyrics letras songteksten paroles di dei degli

mercoledì 24 marzo 2010

Delfini [Y.B.]

"la nostalgia ti entra nel corpo come un virus. E ci vuole tempo per riuscire a cacciarla. Ogni volta penso di non farcela poi invece mi riprendo completamente."

"Quel che si era accumulato nel cuore durante il periodo in cui non ci eravamo visti tutt'a un tratto salì in superficie sotto forma di sorriso. La reazione tipica di un uomo e una donna che provano attrazione"

"Grazie all’Isola sono l’idiota del villaggio globale" - Spettacoli - ilGiornale.it del 24-03-2010

"Grazie all’Isola sono l’idiota del villaggio globale" - Spettacoli - ilGiornale.it del 24-03-2010

Delfini "Yoshimoto"

I delfini, la musica assordante ... niente riusciva a influenzare l'intesa che si era creata tra Goro e me.
I nostri colori si sposavano a meraviglia, era come se stessimo eseguendo un'incantevole melodia.
Nulla poteva interferire nel nostro Mondo.
Documentario - Il corpo delle donne