Dai 42.000mt ai 3000siepi
La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate, la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso, e il valore non è altro che il senso che sceglierete Sartre, Jean-Paul L'esistenzialismo è un umanismo, Mursia, s.d., p. 104.



giovedì 24 novembre 2011

Cosa fanno davvero gli studenti durante le ore di lezione:
 
Prima ora
 
30% appisolamento
58% sonno profondo
2% morte apparente
 
Seconda ora
 
40% risveglio momentaneo
15% "prendere appunti"
35% scontro con gli alieni
 
Terza ora
 
67% masticazione furtiva di mezza merenda
33% annuire al prof senza capire
 
RICEAZIONE
 
100% fuga in bagno, sbranamento della merenda, tentativi di corteggiamento
 
Quarta ora
 
50% divagazioni mentali
50% spedizione segreta di sms compromettenti
 
Quinta ora
 
100% putrefazione delle ascelle
100% allucinazioni
0% apprendimento culturale
 
Sesta ora
 
50% risate isteriche
49% convulsioni
1% harakiri

venerdì 4 novembre 2011

Vado per il tuo corpo

Vado per il tuo corpo come per il mondo,
il tuo ventre è una spiaggia soleggiata,
i tuoi seni due chiese dove il sangue
celebra i suoi misteri paralleli,
i miei sguardi ti coprono come edera,
sei una città che il mare assedia,
una muraglia che la luce divide
in due metà color di pesca,
un luogo di sale, roccia e uccelli
sotto la legge del meriggio assorto,
vestita del colore dei miei desideri
vai nuda come il mio pensiero,
vado pei tuoi occhi come per l’acqua,
le tigri bevono sogni nei tuoi occhi,
il colibrì si brucia in quelle fiamme,
vado per la tua fronte come per la luna,
come la nube per il tuo pensiero,
vado per il tuo ventre come pei tuoi sogni,
[...]
vado per la tua strada come per un fiume,
vado per il tuo corpo come per un bosco,
come per un sentiero nel monte
che in un brusco abisso finisce,
vado per i tuoi pensieri assottigliati
e all’uscita dalla tua bianca fronte
la mia ombra abbattuta si strazia,
raccolgo i miei frammenti uno a uno
e proseguo senza corpo, cerco tentoni, [...]

(Octavio Paz, da Frammenti)

mercoledì 29 giugno 2011

Relax ...


sei qui per dire, che il meglio deve ancora venire che il meglio deve ancora venire ...

La canzone perfetta per il nostro inizio ... 
 
ti voglio credere perchè tu ci credi
perchè sei dolce tanto quanto sei dura
io ti voglio credere perchè sei sicura di qualcosa
ti vengo a prendere mi aspetto di tutto
e non dev'essere per forza perfetto 

Noi tutti abbiamo una potenzialità fisica maggiore di quella che la nostra mente ci permette di usare. Il trucco consiste nel superare i momenti di scoraggiamento e infrangere le barriere psicologiche che non ci permettono di utilizzare al massimo le nostre potenzialità di atleti 


giovedì 26 maggio 2011

3000 mt


Grazie gli amici del Road un bel 3000mt serale in vista di 1500mt e 2000 siepi ... 10'24" il tempo finale ... un buon passaggio per i 5000mt eheheheeh

Lettere a Theo di V.Van Gogh

Non si sa sempre riconoscere che cosa è che ti rinchiude, che ti mura vivo, che sembra sotterrarti, eppure si sentono non so quali sbarre, quali muri. Tutto ciò è fantasia, immaginazione? non credo, e poi uno si chiede: " Mio Dio durerà molto, durerà sempre, durerà per l'eternità?" Sai tu ciò che fa sparire questa prigione? E' un affetto profondo, serio ... amare spalanca la prigione per potere sovrano, per grazia potente.

giovedì 24 marzo 2011

yeah yeah!

Il Muro invisibile

Ultimo libro letto;Ebrei e Cristiani divisi nella stessa strada in nome della religione .. uniti nele nuove generazioni dal sentimento puro dell'amore, scevro da costrizioni ideologiche. Bel libro. Ora poi sto leggendo Russell "Perchè non sono cristiano" giusto per rimanere in tema eheheh ..

"il Mondo non ha bisogno di Dogmi, ha bisogno di Libera Ricerca" 


venerdì 18 febbraio 2011

Elisa - Someone to love

L'umiliazione

Ho appena finito di leggere "l'Umiliazione" di P.Roth ... 
si legge in un paio di giorni, ti prende fin dalle prime righe e ti trascina in un racconto al limite della Follia con tale intensità e impeto che non riesci a non immedesimarti, mi è proprio piaciuto! è assolutamente diretto e per questo un pò inquietante ma è proprio questo che rende intrigante questo libro ... leggetelo ve lo consiglio ...
buona lettura e buona corsa a todos

giovedì 10 febbraio 2011

Nu Shu

Sto leggendo "fiore di neve e il ventaglio segreto" di Lisa See e ho scoperto il linguaggio segreto delle donne, il NU SHU per l'appunto.

Un vecchio proverbio dell'epoca dell'imperialismo cinese affermava: ' meglio avere un cane che una figlia'...
In una società fortemente votata al maschilismo, in cui l'uomo deteneva tutto il potere (lavoro, famiglia, pubblica amministrazione) si sviluppò un linguaggio segreto delle donne, detto appunto Nu Shu, che diventò uno spazio intimo e riservato al mondo femmininile, ignorato e trascurato dagli uomini, e gelosamente custodito dalle donne in questa speciale 'sorellanza'.
In quell'epoca così lontana, oppressiva, le donne apparentemente erano prive di qualsiasi diritto, in balia del volere dei padri e dei mariti. In questo clima il Nu Shu rappresentava un modo di difendersi dagli uomini e dava un senso alla vita stessa.
Le origini di questo linguaggio segreto sono nella provincia dello Hunan e la sua nascita è strettamente connessa all'unicità degli usi e costumi locali che erano un mix di Cinese Han e dei gruppi etnici Yao (in cui era forte l'influenza matriarcale).
Furono le donne analfabete e senza educazione formale a inventare questo originale e unico sistema di scrittura, che mantenne il suo segreto per secoli grazie proprio alla discriminazione di cui le donne erano oggetto quotidianamente, in quanto considerate esseri inferiori, che servivano solo per la procreazione e per soddisfare i desideri degli uomini. Per contrasto le donne che conoscevano il Nu Shu chiamavano la scrittura cinese "Nan Shu", cioè scrittura dei maschi.
Il linguaggio segreto delle donne portava alla formazione di una sub-cultura strettamente femminile: il Nu Shu trovava espressione nella vita quotidiana delle donne, veniva letto con una speciale forma di canto, durante le riunioni di donne in cucina e mentre ricamavano.
Il Nu Shu aveva la funzione di rinforzare la sorellanza tra le donne unite nella stessa sorte, e di trasformare la vita quotidiana  in  una sorta di fuga colorata e profumata contrapposta al grigiore e all'odore pestilento di un quotidiano, altrimenti, insopportabile. Le parole segrete liberavano emozioni profonde e rivelavano il risentimento nei confronti della dominanza maschile e la malinconia di tutti i giorni.

Il Nu Shu fu ignorato per secoli, e solo negli anni 50 in Cina si prestò grande attenzione ad esso: si temeva che  si trattasse di un codice segreto per lo spionaggio internazionale e ciò spinse i servizi segreti ad indagare, suscitando un grande interesse che coinvolse le migliori accademie del paese. Furono consultati i migliori linguisti  ma nessuno degli esperti fu in grado di decifrare il Nu Shu.
Solo negli anni 80 il sistema di scrittura fu riconosciuto come Nu Shu, che significa, per l'appunto, "scrittura delle donne". Questa scrittura è composta da 7.000 caratteri e si differenzia molto dalla scrittura cinese i cui caratteri sono di forma quadrata, con linee dritte. Il Nu Shu è, invece,  scritto con forme curvilinee e le donne spesso ricamavano i caratteri Nu Shu sui vestiti come se fossero dei disegni.
Poco tempo fa è morta Yang HuanYi, l'ultima donna che conosceva il vero significato del linguaggio.
Con la sua morte è tramontata anche un'epoca, l'epoca della discriminazione sessuale.
Al giorno d'oggi in Cina oltre alla parità formale è stata quasi raggiunta anche la parità reale tra i due sessi e lentamente sta tramontando anche la predilizione dei genitori verso i figli maschi.
Il Nu Shu non serve più, ma rimarrà per sempre nella storia a testimoniare la passata oppressione delle donne nella società cinese e nel mondo.

Il Nu Shu ha ispirato un libro, " Le parole segrete di Jin-Shei", di Alexander Alma. In un non definito regno dell'antica Cina, in cui a regnare sono le donne( che hanno il dono del jin-a-shu, una lingua conosciuta solo da loro, tramandata da madre in figlia..), si intrecciano i destini di alcune coraggiose ragazze legate tra di loro da un sacro vincolo di sorellanza: il jin-shei.  Le jinshei-bao (le sorelle legate dal jin-shei) Tai, Liudian, Nhia, Xaforn, Yuet, Khailin, Qiaan,Tammary.. dovranno lottare contro un mago malefico (che per mantenere la propria giovinezza si nutre della linfa vitale degli altri esseri, preferibilmente ragazze vergini...) e contro le loro stesse paure...   


martedì 1 febbraio 2011

In Alto



Un'alba bellissima
illumina la spiaggia per me
non c'è nessun' altra cosa al mondo
per la quale mi sveglierei
solo per vederla (con te)
Un'alba bellissima
e continuo a rincorrere il tempo
pensavo che sarei morto da uomo solo
in una notte senza fine

Ma adesso sono in alto
corro selvaggiamente tra le stelle lassù
...

Un'alba bellissima
Mi stai sconvolgendo ancora
pensavo di essere nato in una notte senza fine
fino a che tu non hai cominciato a splendere


Sarai tu la mia spalla quando
sarò vecchio e avrò i capelli bianchi?
promettimi che domani inizierà con te
Sono arrivato in alto,
corro selvaggiamente tra le stelle lassù

lunedì 17 gennaio 2011

Milka a

Posted by Picasa

Paderno Dugnano Camp.Reg.Cross

Paderno Dugnano
Partenza ore 9.30h ..svegliare l'organismo per quell'ora è per me mission impossible!!
Calzettoni e calzoncini la scelta .. wow ho scoperto che i calzettoni alti sono una vers figata .. ;)

Giro di lancio sono ancora reattiva e non lontana dalle prime due e affiancata alla terza .. in questa gara ho puntato molto più a 'provarci' in mezzo senza attendere gli ultimi 500mt pur sapendo che questo avrebbe potuto compromettere la terza piazza assoluta come di fatto è accaduto .. così a metà del giro lungo ho affiancato la Gilardi dicendole "dai che ci sfuggono" così ci siamo tirate a vicenda finchè Lei non ha affrontato in modo ben più deciso le salite con rispettive dicese secche ... e mi ha preso quei 4" che non ho più saputo tamponare ..

... nonostante l'aiuto di questo super agonista sesantenne col quale ho lottato fino alla fine ...

eccoci infatti all' ultima salitella, dopo la quale ci sono 200 mt per poi vedere l'arrivo
che Lui sorpassera 1" prima di me :D ... complimenti! 

Voglio arrivare anche io a 60 anni e avere voglia di lottare con una pischella fino al traguardo ...


Buoni cross a todos!!!
Posted by Picasa

lunedì 10 gennaio 2011

Tra un Km e l'altro


Ieri pomeriggio sono andata la cinema a vedere il film Hereafter di Clint Eastwood ... nel complesso mi è piaciuto molto, in alcune scene mi ha proprio coinvolta emotivamente e mi ha fatto riflettere in altre .. però sia nel mezzo che sul finale ci sono stati degli scivoloni di tono che mi hanno fatto uscire dalla sala con la sensazione di non aver proprio visto quel ceh si dice un "filmone" ... 
il finale sembra esser messo lì per quieto vivere, modello : "e mo come lo finiamo?" almeno a me ha dato questa sensazione .. però insomma nel complesso ve lo consiglio, però non andateci dopo un "lavoro intenso" e me n che mai dopo una gara perchè necessità di concentrazione!!

sabato 8 gennaio 2011

Stasi Libri

Allora vediamo un pò .. è dal 22 ottobre che ho in mano un libro e non riesco a finirlo e intanto ho iniziato 'PArli sempre di corsa' di Linus che mi ha regalato Chiara a Natale ... uff periodo nero per la concentrazione, sono distratta da mille pensieri sul futuro e su ciò che vorrei fare e continuo a girare in Internet alla ricerca di gare, posti dove poter andare, informazioni sulla Nuova Zelanda, informazioni sul lavoro, su come imparare velocemente l'inglese ... insomma tutta un'accozzaglia di pensieri e azioni da internauta che però rimangono lì come cristallizzati, come se girassero su se stessi senza trovare uno sbocco esecutivo [a parte quelli agonistici, per fortuna ...] .. va beh! opasserà anche questo turbinio e ritroverò lucidità per la lettura e per tutto il resto ...

venerdì 7 gennaio 2011

Considerazioni per iniziare il 2011 ..

Quando inizia un nuovo anno accade che si facciano un pò di considerazioni su quello passato per potere programmare con maggior lucidità l'anno nuovo .. in realtà saranno almeno 4 anni che non mi dedico a questa attività interiore, un pò per svogliatezza, in pò per timore dei bilanci, un pò anzi molto più di un pò per timore del futuro e delle aspettative. Ma sono cresciuta ormai e un pò di saggezza ha fatto capolino anche in me, benchè sia difficile da credere e quindi oggi mi accingo a fare un paio di valutazioni. Il 2007 è stato l'anno dei cambiamenti radicali; ho trovato il lavoro a tempo indeterminato vicino a casa, senza alcuna pressione, senza colleghi a cui dover sorridere e con cui dover 'lottare', senza capi col fiato sul collo, senza nulla da dover dimostrare; a 15' da casa, a 2.5km dalla montagnetta, con chiusura serale alle 18h..il lavoro Zen, come da sempre lo definisco, che mi ha permesso di coltivare con costanza e determinazione la mia vera passione: 'la corsa'. Il cambio di allenatore, compagni di allenamento e orari d'allenamento e l'esordio in Maratona il 2 dicembre con un 3h02' soffertissimo ma gratificante. Poi il 2008 l'anno della ricostruzione e del divertimento in cui fanno capolino i primi risultati sui 10km che si assestano sui 37'/38' per finire a ottobre con uno strabiliante  35'35" e un gratificante 1h20'54 nella mezza di Busto Arsizio, ma anche l'anno che ha decretato la fine di un rapporto durato ben 7 anni con tutti gli annessi e connessi che questo implica . Siamo così al 2009 l'anno delle campestri importanti come La cinque Mulini preparata alla grande, della vittoria contestata alla prima edizione della PU.MA Ten e dei tempi che da parecchio non arrivavano più .. 10'54 nei 3000siepi - 17'20 nei 5000 in pista, nonochè l'anno dello sbocciare di un nuovo amore che riporta serenità nella mia vita affettiva [ e tanta passione ... :D ] . Ed eccoci al 2010 l'anno della Maratona e del PB in 2h56', l'anno della crescita emotiva e della consapevolezza, l'anno delle vittorie e dei piazzamenti più che dei tempi ... prima all' Avon Running, prima nella Milanino sotto le stelle con un gratificante 36'16, quarta alla cortina-dobbiaco con un ottimo 2h01' all'esordio, quarta nella Gara del Lago di Resia con un buon 1h01' sempre all'esordio e in finale di stagione ... l'anno della riscoperta del piacere di correre solo per me nient' altro che per me, ma anche l'anno dell'infortunio lungo, della sofferenza fisica/psicologica e dell'attesa paziente ... del rientro graduale, della rabbia repressa e dello sconforto, della lotta continua con le sensazioni e la volgia di fare meglio, e infine a Dicembre della ritrovata vitalità con la splendida esperienza della 10 km Vallecana a Madrid. 
Filo conduttore di tutti questi anni, legante assoluto e a volte motore insostituibile e necessario la scoperta dell' Amicizia intrisa di tutti i suoi valori costituita da un gruppo eccezionale in cui mi sono piacevolmente e ormai indissolubilmente trovata ... quell' Amicizia che ti tieni nel cuore per scaldarti, per sfogarti, per arrabbiarti, per appassionarti, per giocare, condividere, parlare, ridere, piangere, cazzeggiare, scherzare, chiedere, offrire ... 
e ora guardo al 2011 con la consapevolezza di quello che ho raggiunto, con tanti sogni da inseguire e perseguire e sopratutto con la certezza di quell' Amicizia unica sulla quale so di poter contare .. a prescindere!

Mille baci sparsi a tutti.