Dai 42.000mt ai 3000siepi
La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate, la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso, e il valore non è altro che il senso che sceglierete Sartre, Jean-Paul L'esistenzialismo è un umanismo, Mursia, s.d., p. 104.



martedì 25 giugno 2013

Tao numero 38

La virtù superiore non si ritiene virtù, per questo ha virtù.
La virtù inferiore non perde la virtù, per questo non ha virtù.
La virtù superiore non fa e non ha fini. La virtù inferiore fa e ha fini.
L'umanità superiore fa e non ha fini.
La giustizia superiore fa e ha fini.
L'etichetta superiore fa e, se non ci si conforma, snudale braccia e mena le mani.
Perciò, perduta la via poi venne la virtù; perduta la virtù poi venne l'umanità; perduta l'umanità poi venne la giustizia; perduta la giustizia poi venne l'etichetta.
Ora l'etichetta è un sottile velo di fedeltà e di sincerità e il principio del disordine.
La prescienza è il fiore della via, e anche l'inizio della stoltezza.
Perciò il grande adulto si attiene al solido e non si ferma al fiore. Perciò scarta quello e sceglie questo.

Nessun commento:

Posta un commento