Dai 42.000mt ai 3000siepi
La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate, la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso, e il valore non è altro che il senso che sceglierete Sartre, Jean-Paul L'esistenzialismo è un umanismo, Mursia, s.d., p. 104.



venerdì 13 settembre 2013

Margherita Hack - L'amica delle stelle ..[seconda parte]

".. In quel periodo di fine ottobre sapemmo della morte di Enrico Mattei precipitato col suo aereo mentre tornava da Catania a Milano. Sembrò credibile si trattasse di un sabotaggio e che sia stato proprio così è stato appurato dopo più di 30 anni. Infatti Mattei era una persona molto scomoda per la potente Lobby delle "7 sorelle" del petrolio.
Oltre a sviluppare la ricerca di idrocarburi in Sicilia aveva fatto accordi sia con paesi del medio oriente che con l'unione sovietica. Mattei è stato uno dei maggiori propulsori del "miracolo italiano" degli anni '60 e il fondatore del quotidiano IL GIORNO con cui combatteva la propria battaglia innovatrice, come innovatore era lo stile e la veste tipografica del giornale."

" Così passò il 1963. Fra gli avvenimenti che più vivamente ricordo di quella fine estate ci fu la campagna inscenata da Saragat contro Felice Ippolito che come segretario del CNEN [Comitato Nazionale Energia Nucleare] sosteneva, con grande lungimiranza, la necessità di costruire centrali nucleari che ci avrebbero resi più indipendenti dalle grandi compagnie petrolifere, le "7 sorelle" , e dagli altri approvvigionamenti di petrolio all'estero. Felice Ippolito fu condannato a 11 anni di carcere con conseguente perdita della cattedra universitaria in cui venne reintegrato solo molti anni dopo scagionato dalle assurde accuse che gli erano state mosse. Uscì di prigione nel 1933 ma questo episodio ebbe un effetto disastroso sulla ricerca italiana non solo perché frenò la ricerca nucleare [che poi fu completamente bloccata anni dopo da un referendum popolare con danni finanziari e di sviluppo tecnologico incalcolabili] ma anche perché i docenti universitari, i direttori d'istituto e tutti coloro che avevano una qualche responsabilità avevano paura a prendere qualsiasi iniziativa. Il conformismo dominava!!"

"Nel 1966 ci furono dei fatti indicativi della pruderia sessuofobica dell'epoca. Nel marzo scoppiò il caso della "zanzara" il giornalino scolastico del liceo Parini di Milano che aveva pubblicato un'inchiesta sul comportamento sessuale degli studenti. I tre autori dell'inchiesta : marco Sassano, Claudia Belrame, Marco de Poli, furono processati e poi assolti.
Negli stessi giorni la scrittrice Milena Milani e l'editore Monti furono processati per il romanzo -La ragazza di nome Giulio- considerato pubblicazione oscena."

"il 1969 mi è imasto impresso per due avvenimenti molto diversi: il 21 Luglio l'uomo pone piede sulla Luna e il 12 Dicembre la strage di piazza Fontana con la caccia all'anarchico, al ballerino Pietro Valpreda che ha trascorso anni in carcere innocente e al ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli che durante un interrogatorio in questura volò misteriosamente dal 4°piano[dissero suicidio per rimorso] 
Per anni si seguitò ad accusare gli anarchici e a nascondere le prove che emergevano contro gruppi NeoFascisti" 
  

Nessun commento:

Posta un commento